25 marzo 2015

Una nuova me..o forse no


Ebbene si...questa sono io. Una nuova me, o forse solamente una parte di me che è riuscita a tornare in superficie dopo anni di abbandono e di solitudine.
Chi mi segue su Instagram o Facebook lo sa.
Ho ancora moltissimi quesiti da risolvere. Ho una vita da reinventare per l'ennesima volta e nessuna idea di cosa riserverà il futuro.

Ho letteralmente e ignobilmente abbandonato la mia creatura a se stessa.
 Il mio povero blog giace qui da due mesi, solo e triste.

Non ho molte giustificazioni da dare.
Non ho più molto da dire, semplicemente.
La mia creatività pare esaurita o solo momentaneamente bloccata e nascosta chissà dove.
Forse perché adesso la vedo come lo specchio del mio malessere di anni; è stata la mia cura ma anche la mia prigione.
Da un anno mi sono riavvicinata al mondo dell'attività fisica, dopo anni di inattività, di pigrizia.
Dopo quasi 8 anni in cui sono stata letteralmente seduta in casa a cucire. Ingrassando, lasciandomi andare, trascurandomi e isolandomi in nome di chissà che.
In nome di una vita che tutti vedevano come ideale, perché vissuta in una bellissima casa.
Peccato che il mondo ideale non esista e ciò che si vede in un blog è sempre la punta di un iceberg ben più grande e complesso.
Noi lettori spesso ce ne dimentichiamo, troppo impegnati ad ammirare le meraviglie che vengono esposte e pubblicate.


Questi anni sono stati belli ma anche molto difficili. E ci stanno mettendo di fronte e noi stessi, alle nostre paure e ai nostri sogni.

Ho pensato per mesi a cosa avrei scritto un giorno e ancora adesso non so bene cosa scrivere,. le dita scorrono veloci sulla tastiera e io cerco di lasciarle andare senza troppo riflettere..altrimenti corro il rischio di bloccare i pensieri.

Diciamo solo che non so cosa succederà.
So solo che ora sono rinata fisicamente, che mi sento bene e felice.
Ma un altro lato, quello interiore, deve essere ancora allenato e lavorato.
E, si sa, quello non è mai facile quanto lavorare un fisico.

Per adesso posso dire che finalmente siamo arrivati a un punto fermo e possiamo aprire il b&b.
Sto lavorando al sito e presto spero di metterlo online.
Così chi di voi è interessato a venire a soggiornare da me potrà avere riferimenti più specifici.

Non so ancora se questa mia creatura che ho amato tantissimo e a cui ho dedicato ore e ore del mio tempo rimarrà in vita.
Penso e spero di riuscirci anche solo per continuare a raccontare il B&B, che lo merita, dopo anni di lavoro, dubbi e difficoltà.

Grazie al mio blog ho avuto tantissime soddisfazioni, collaborazioni, fatto conoscenze stupende..è stata una fetta della mia vita molto importante.

Solo che la vita deve andare avanti e si deve modificare.
Almeno per me è sempre stato così.
Metamorfosi e rinascite. Ne ho avute già molte e spero di riuscirci anche questa volta.

Intanto vi chiedo scusa per il lungo silenzio e vi chiedo, se vorrete, la pazienza di tornare qui appena sarò in grado di scrivere di nuovo.
Con affetto


Yes, this is me, a new me or maybe just a part of me that managed to come out after years of laziness and loneliness.
Two months have passed from the latest post.
I have no excuses.
My poor blog is now as sad as I've been for years.
My life's changed a lot in the last year.
I began to exercise and  changed my body.
I love what I do and would like to do it always.

My creativity is sleeping or maybe is dead, I don't know.
Maybe because now I see it as the mirror of my problems.
It was my escape, but my prison, too.
I literally sat and sat and stiched all day long.

Now I can't do it anymore.
My life has always been this way.
Different moments and phases, steps and rebirths.

I still don't know if my blog is going to survive.
I think it should because I owe it to it and also to our B&B, that finally is ready to open.
In the meantime I'm working on the B&B site and hope to put it in the net soon.
Forgive me for this silence.
I hope you'd like to come back here as soon as I manage to write again.
Love you


Nessun commento: