25 marzo 2015

Una nuova me..o forse no


Ebbene si...questa sono io. Una nuova me, o forse solamente una parte di me che è riuscita a tornare in superficie dopo anni di abbandono e di solitudine.
Chi mi segue su Instagram o Facebook lo sa.
Ho ancora moltissimi quesiti da risolvere. Ho una vita da reinventare per l'ennesima volta e nessuna idea di cosa riserverà il futuro.

Ho letteralmente e ignobilmente abbandonato la mia creatura a se stessa.
 Il mio povero blog giace qui da due mesi, solo e triste.

Non ho molte giustificazioni da dare.
Non ho più molto da dire, semplicemente.
La mia creatività pare esaurita o solo momentaneamente bloccata e nascosta chissà dove.
Forse perché adesso la vedo come lo specchio del mio malessere di anni; è stata la mia cura ma anche la mia prigione.
Da un anno mi sono riavvicinata al mondo dell'attività fisica, dopo anni di inattività, di pigrizia.
Dopo quasi 8 anni in cui sono stata letteralmente seduta in casa a cucire. Ingrassando, lasciandomi andare, trascurandomi e isolandomi in nome di chissà che.
In nome di una vita che tutti vedevano come ideale, perché vissuta in una bellissima casa.
Peccato che il mondo ideale non esista e ciò che si vede in un blog è sempre la punta di un iceberg ben più grande e complesso.
Noi lettori spesso ce ne dimentichiamo, troppo impegnati ad ammirare le meraviglie che vengono esposte e pubblicate.


Questi anni sono stati belli ma anche molto difficili. E ci stanno mettendo di fronte e noi stessi, alle nostre paure e ai nostri sogni.

Ho pensato per mesi a cosa avrei scritto un giorno e ancora adesso non so bene cosa scrivere,. le dita scorrono veloci sulla tastiera e io cerco di lasciarle andare senza troppo riflettere..altrimenti corro il rischio di bloccare i pensieri.

Diciamo solo che non so cosa succederà.
So solo che ora sono rinata fisicamente, che mi sento bene e felice.
Ma un altro lato, quello interiore, deve essere ancora allenato e lavorato.
E, si sa, quello non è mai facile quanto lavorare un fisico.

Per adesso posso dire che finalmente siamo arrivati a un punto fermo e possiamo aprire il b&b.
Sto lavorando al sito e presto spero di metterlo online.
Così chi di voi è interessato a venire a soggiornare da me potrà avere riferimenti più specifici.

Non so ancora se questa mia creatura che ho amato tantissimo e a cui ho dedicato ore e ore del mio tempo rimarrà in vita.
Penso e spero di riuscirci anche solo per continuare a raccontare il B&B, che lo merita, dopo anni di lavoro, dubbi e difficoltà.

Grazie al mio blog ho avuto tantissime soddisfazioni, collaborazioni, fatto conoscenze stupende..è stata una fetta della mia vita molto importante.

Solo che la vita deve andare avanti e si deve modificare.
Almeno per me è sempre stato così.
Metamorfosi e rinascite. Ne ho avute già molte e spero di riuscirci anche questa volta.

Intanto vi chiedo scusa per il lungo silenzio e vi chiedo, se vorrete, la pazienza di tornare qui appena sarò in grado di scrivere di nuovo.
Con affetto


Yes, this is me, a new me or maybe just a part of me that managed to come out after years of laziness and loneliness.
Two months have passed from the latest post.
I have no excuses.
My poor blog is now as sad as I've been for years.
My life's changed a lot in the last year.
I began to exercise and  changed my body.
I love what I do and would like to do it always.

My creativity is sleeping or maybe is dead, I don't know.
Maybe because now I see it as the mirror of my problems.
It was my escape, but my prison, too.
I literally sat and sat and stiched all day long.

Now I can't do it anymore.
My life has always been this way.
Different moments and phases, steps and rebirths.

I still don't know if my blog is going to survive.
I think it should because I owe it to it and also to our B&B, that finally is ready to open.
In the meantime I'm working on the B&B site and hope to put it in the net soon.
Forgive me for this silence.
I hope you'd like to come back here as soon as I manage to write again.
Love you


23 gennaio 2015

La mia prima borsa di pelle

A volte la stoffa la senti un po' limitante, sopratutto se le borse le ami di pelle.
Qualche tempo fa ho voluto fare un esperimento: la mia prima borsa di pelle.
L'unica cosa che sapevo per certo era che dovesse essere nera e questo per necessità.
In realtà trovo che le borse nere al 90% siano molto meno belle di quelle color cuoio, per esempio.
Il nero ammazza completamente i giochi di sfumature, le imperfezioni e il senso di vissuto della pelle color naturale.
Però penso anche che ognuna di noi abbia una borsa nera, proprio perchè si tratta di un passepartout che si abbina a qualunque stile e colore di abbigliamento.

Quindi, ho voluto provare dopo aver trovato un pezzo di pelle leggermente difettato al mercato, in un banco che vende qualunque tipo di stoffe possibili e immaginabili.
C'erano colori di pelle stupendi, ma sono rimasta sul nero, come dovevo.
L'ho portato a casa e ho pensato: e ora che ci faccio?

Sometimes I feel that fabric is not enough, especially since I love leather bags.
A few months ago I bought an old piece of leather at the local market and decided to try to make my very first leather bag.
I wanted it to be black because I needed one, even if I don't like black bags that much.
I don't know, they always seem a bit anonymous and sad.
I prefer natural and distressed leather or colored bags.
But I think that every woman needs a black bag, since it's a passepartout.


Non volevo nulla di complicato nè troppo strutturato.
Volevo una linea morbida, moderna ma quasi organica.
Ho trovato su Pinterest questo interessantissimo tutorial e ho deciso che avrei fatto lo stesso.
Avrei sfruttato il più possibile la forma del pezzo di pelle, senza snaturarlo.
Ed è nata lei.

I didn't want anything complicated.
I wanted something soft and organic, simple and modern.
I found this  tutorial on Pinterest and fell in love with it, since it respects the natural shape of the leather piece.
So my bag was born.


Siccome il pezzo di pelle era un po' vecchio e rovinato all'interno, ho deciso di foderarla, ma se fosse stato messo meglio l'avrei lasciata sfoderata, come l'originale a cui mi sono ispirata ( anche perchè, detto tra noi, nonostante ago e piedino per pelle le cuciture sul dritto sono venute abbastanza brutte....)

I preferred to line it because my piece was old and the inside was not in perfect conditions.



Con la striscia avanzata ho fatto un manico lungo e lasciato scucito alle estremità.
E' venuto questo effetto orecchie di elefante che non mi dispiace per niente.
Se devo trovarle un difetto, scivola dalla spalla troppo facilmente. 
Avrei dovuto forse lasciare il manico con il rovescio a contatto della spalla. In questo modo avrebbe fatto più attrito ..ma a parte questo ne sono abbastanza orgogliosa e l'ho già usata più volte.

I made a long handle with the advanced strip and I left the ends free and unsewn.
They have this elephant ear effect I love.
The only defect is that the handle is too slippery and the bag often falls down from my shoulder.
Maybe I should have left it with the rough side visible instead of sewing it double.
But I'm quite satisfied with it!




12 gennaio 2015

Una borsa quasi dimenticata..

Circa due anni fa ho progettato e realizzato una borsa patchwork che, mi sono resa conto, non ho mai mostrato. 
Volevo utilizzarla per un corso speciale, che non ho mai tenuto. 
Non era mai il momento giusto, ma l'ho riscoperta e ho deciso che era ora di mostrarla.
Ed eccola qui:
è una borsa a secchiello, con chiusura con cordini di eco pelle e una lavorazione a strisce patchwork
E' stata un bel lavorone.. la cosa che più mi piaceva di questa borsa è la bambolina che ho disegnato, liberamente ispirata a un'immagine trovata online.

I made this bag two years ago and noticed I never showed it in my blog.
It was never the right time.. I designed and made it and since it's a patchwork bag, with a drawstring closure, it took many hours to make it.
I still love the tiny doll I designed, inspired by one I found on the net.





Le stoffine americane si sposano con il classico tweed, per un mix che sa di autunno e colori caldi.

American fabrics are put together with some classic tweed, for a mix reminding me about autumn and warm colors.


C'era anche la pochette coordinata.

I made the coordinated clutch, too.











La borsa è volata da una nuova proprietaria, ma riguardando le foto la guardo con affetto.
Come capita sempre quando crei qualcosa con le tue mani ..qualcosa che magari hai anche progettato tu e prima non esisteva che nella tua testa.
Sensazioni che noi creative conosciamo bene :-)

A presto

The bag, in the meantime, has reached its new owner, but while looking at the pics I see that I still like it.
You ( almost) always like the things you make ..sometimes you design them, too and it's unbelievable how they come to life..after being in your head only.
Hugs!



5 gennaio 2015

Segnar pagine con tenerezza

Buon anno a tutti!
Sono sparita durante le feste, lo so.. in realtà non ho fatto nulla di speciale, ho continuato la mia routine ma non avevo molta voglia di mettermi al pc. 
Chi mi segue su Facebook e Instagram ha continuato a vedermi :-)

Prima di Natale ho creato alcuni segnalibri su richiesta, con colori allegri e il rosso natalizio.
Sono sempre un bel colpo d'occhio all'interno di un libro, di qualunque genere esso sia..

Happy new year to all of you!
Sorry, I nearly disappeared, although my Christmas vacations were absolutely normal.
I just didn't want to switch the PC on and went on with Facebook and Instagram

Today I'm showing you some bookmarks I made before Christmas. They had to be bright and with some Christmas red and I think they're always nice to see in a book, whatever kind it is.



Qui li ho fotografati con il mio libro preferito dell'infanzia, ovvero Storia di uno schiaccianoci.
Un libro che appartiene alla mia famiglia da tanti anni e che io ho letto innumerevoli volte, contribuendo anche a distruggerlo per bene ;-/

I shooted them with my favourite book as a child " The nutcracker". This book's belonged to my family for years and I read it lots and lots of times and destroyed it :-/



Casette e torri di castelli..allegre e colorate, per bambini e adulti che amano sfogliare le pagine e segnarle in modo tenero.

Houses and castle towers for children and adults loving to read and mark their pages in a non conventional way.



22 dicembre 2014

I love squats..

Oggi vi racconto la storia di una creazione, che è anche un po' la mia storia di questi ultimi 10 mesi.
A fine Febbraio mi sono iscritta in palestra: devo dire quasi trascinata dal mio compagno che lo voleva fare già da un po'.
Premetto che io di mio non sono mai stata una gran sportiva, anzi..ho alternato periodi sportivi ad altri a zero assoluto e questi ultimi sono stati i più numerosi nella mia vita.

Come fanno molti con diete e affini, appena vedevo i risultati mi fermavo e la pigrizia vinceva di nuovo.
In questi ultimi 8 anni poi, complici una serie di circostanze, ma sopratutto una mia colpa.. avevo toccato davvero il fondo.
Ingrassata, appesantita, impigrita, demotivata..
Avevo iniziato a camminare e correre qualche volta sul lungomare, ma niente di serio.
Invece sentivo di dover fare qualcosa, ma dire che ero invogliata sarebbe una bugia.

Appena iscritta sono andata a provare una lezione di fitness e boom... amore immediato.
Sarà che in passato di corsi non ne avevo mai fatti, ma facevo solo sala attrezzi, una gran noia..
insomma, in pochi mesi la cosa mi ha preso di brutto.
Io sono così: passionale. Quando amo una cosa mi ci butto a capofitto e non ho mezze misure..in questo caso posso dire per fortuna.

Da allora ho perso vari kg, mi sto rimodellando, mi sto slegando, mi sto allenando con costanza e determinazione, faccio ore e ore a settimana ( 5 diverse discipline)..verso un obiettivo personale come non ne avevo più da anni.
E tutto questo è assolutamente merito di una persona, la mia insegnante: Barbara.
Una ragazza fantastica, piena di energia, di passione, di abnegazione per questo mestiere che la porta spesso a lavorare 14 ore al giorno e a sfiancarsi fisicamente e mentalmente.
Ma c'è sempre per tutti noi clienti e in poco tempo mi ha spronato e spinto a credere in me stessa.

E non sapete quanto ne avessi bisogno in questo periodo..
tutto questo fa parte dell'inizio di un nuovo percorso, di una lenta trasformazione in una me stessa migliore, fisicamente ma non solo.


Nel frattempo lei mi ha coinvolto in un'altra sfida..di cui parlerò magari prossimamente.

Intanto, scusate il lunghissimo preambolo, ma ve l'ho detto che quando mi fisso su una cosa sono così!!

Dato che apprezza anche lo handmade, per Natale ho voluto creare un sol alter ego in stoffa, una "mini me" curata in tutti i dettagli, colore delle sue scarpe da ginnastica e dei capelli compreso :-)

Today I'd like to tell you about a doll I made and about the new passion she's related to.
Ten months ago I decided to go to the Gym, after years of laziness and nothing.
I've never been such a great sport lover; in the past years I went to the gym but as soon as I saw results I decided to stop and come back to laziness..
this time it was my fiancè who nearly brought me there, because he wanted to go and thought it was a great idea for both.

In the past 8 years it really went worse and worse..I got fat, sad, without any motivation.
As first attempt I tried to join a fitness course ( step tone), and boom... there it was..love!
It was the first time for me..in the past I only went to the weight room and it was just boring for me.
This time I tried adrenalin, fun, excitement and lots and lots of sweating and sore..
But hey I started liking that much!!

Now I can say I'm fitness addicted.. many lessons per week, some kilos lost, a new energy and positivity..new targets, new passion.

And it's all due to a wonderful trainer I met from the very first lesson: Barbara.
She's amazing, full of energy and passion for her work, even if it costs her a lot in terms of time and physical energy.

She believed in me and gave me a new impulse to life.. and so I thought to make a doll for her.
Like her, with the same hair and shoes, too :-)







C'ho messo vari tentativi e alcuni giorni per idearla, disegnarla e realizzarla, ma ne è valsa la pena. E' venuta un amore e Barbara l'ha apprezzata un sacco!
Ps. il cuore sulla maglietta non è ribaltato a caso..perchè messo così ha una forma precisa che ricorda una certa parte del corpo.. che migliora molto a fare tanti squats ( piegamenti sulle ginocchia) :-))

It took some days to design and make her, but I really love her and Barbara loves her, too.
The heart on the t shirt is not in a wrong position: it reminds of a part of the body that becomes awesome if you squat a lot :-))



Ha sia un bilanciere che un tappeto da yoga perchè lei insegna discipline da entrambi questi mondi.

She has got a weight and a yoga mat just because she teaches many techniques.


Già che c'ero ho preparato un sacchetto in cui presentarla, con la sagoma di un gatto nero ( ne ha uno) in feltro.
Tornerà utile come porta biancheria o quel che vuole.

I made a bag with a black cat silhouette to put her into.
It can be used as a laundry or shoe bag.




Selfie con l'originale e la sua mini copia :-))

Selfie with the original one and her tiny copy :-)






18 dicembre 2014

Tra porta documenti e bandierine

E' un po' che sono sparita, lo so.. scusate ma questo periodo va così.
Nella vita ci sono vari momenti e in questa fase le mie priorità sono altre ( e presto ve ne parlerò).
Però, quando me lo chiedono, lavoro sempre più che volentieri per creare nuove coccole di stoffa.
E' il caso delle richieste di Debby, una cliente da anni che ormai è un'amica, in primis.
Spesso mi chiede di realizzarle cose nuove, su misura per una sua brillante idea..
ed è il caso anche questa volta.

It's been some time since my latest post, sorry..but life is made by moments and in this moment I have different priorities.
But when somebody asks me for new works and creations I'm really happy to make them.
Here are some works for Debby, not only a customer but also a friend of mine.




Prima di tutto aveva bisogno di un copri quadernone, simile a questi che avevo fatto in passato, su disegno di Federica, che tutte conoscete.
Abbiamo deciso soggetto e scritta, colori e misure ed eccolo qui.
Perfetto per tenere in ordine carte e bollette in casa.

She asked me to make a notebook cover, like the ones I made here.
We decided colors, applique and so on.
Here it is, perfect to keep papers and documents tidy.









Poi le serviva una busta in formato a4 per altre carte..e così è nata lei, sulla falsariga delle mie bustine bomboniera.

Then she asked me for a A4 envelope for documents, inspired to these ones.





Poi un bunting, che a Natale va sempre bene :-)

And a bunting, always perfect at Christmas time.