28 ottobre 2013

Travelling to the South ( part 1 )

Buongiorno! 
Sono stata ancora distante dal blog e da internet, ma questa volta non è stata colpa mia.
 Qualche giorno fa il mio pc ha deciso che ne aveva abbastanza e si è preso una pausa.. dalla sera alla mattina non sono più riuscita ad accedere; il mio profilo non esisteva più.
L'ho portato da un tecnico e per fortuna è riuscito a crearne un altro e a trasferirci tutto il contenuto.. ma non si sa la causa e non è detto non ricapiti.
Ho sudato freddo: temevo di perdere le decine di migliaia di foto che ho, oltre al resto..e questo mi è stato di lezione! bisogna avere una memoria esterna e fare spesso il backup, sopratutto se il pc si usa per lavoro..io ne ho una ma non è sufficiente a contenere tutto e quindi devo correre ai ripari.
Inoltre non riuscivo a entrare nel blog perché, forse a seguito dell'accaduto, il mio account non risultava più abilitato a Blogger.. insomma, infarti a go go!!!

 ***
Ma veniamo a noi.. questo post lo volevo fare mercoledì scorso....
Eccoci al secondo appuntamento con il viaggio negli States, lungo parte della East Coast.
Dopo i 4 giorni densissimi a NY, abbiamo noleggiato un'auto e siamo partiti alla volta del Sud.
La nostra meta finale è stata la Florida, dove abitano dei cari amici.
Ma prima abbiamo fatto qualche sosta.
Prima di tutto Washington.
Giusto un paio di ore per vedere la Casa Bianca.

Hallo and have a nice day!
I had some problems with my pc, which is a bit old. My profile was cancelled and I had to bring it to a pc shop to get it repaired.
They managed to save everything and so I was lucky, but this taught me it's absolutely necessary to backup it often!


***
Let's go and here is the second part of our trip to the US.
After NY we rented a car and drove towards the South.
Our final destination was Florida, since some friends of ours live there.
But in the meantime we visited a few places.
The first one was Washington; just a few hours to see the White House.


Sarà stato lo shutdown ma di gente ce n'era pochissima e vedendo solo la facciata, si ha l'impressione che la costruzione sia molto più piccola di quello che ci si immagina vedendola in tv.
Comunque è stato stranissimo essere in un luogo così famoso e ripreso continuamente!

Due to the shutdown almost nobody was there and the House seemed a little bit smaller than I had imagined, but it was a nice experience, though.
So weird to be in a place we always watch on TV!


Ma il posto che mi è piaciuto di più è stato Alexandria, Virginia, dove abbiamo pernottato.
Si tratta di un villaggio coloniale che, come dice la guida Lonely Planet, "dista solo 5 miglia ( 8km ), ma ben 250 anni da Washington. Quella che un tempo era una città portuale - chiamata dalla gente del posto 'Old Town'- oggi è un elegante insieme di abitazioni di mattoni rossi in stile coloniale, strade acciottolate, lampioni a gas dalle fiamme tremolanti e una passeggiata sul lungomare".
Proprio a seguito di questa descrizione avevo deciso di sceglierla come base di appoggio per la notte, dopo la brevissima visita a Washington.
E non ci ha deluso.
Non ho purtroppo foto in notturna, di quando siamo usciti a cena, ma vi garantisco che la King Street, la via principale che taglia la cittadina perpendicolarmente al fiume, era uno spettacolo di luci, lucine, casette coccole coccole.

Questo intanto è il waterfront, la zona lungo il fiume Potomac.
Una deliziosa raccolta di costruzioni e pavimentazione di legno, di barche vecchie e nuove, di lampioncini romantici.

The most beautiful place was Alexandria, a colonial village only 5 miles from Washington, yet in another time and dimension.
A tiny village full of nice, cute houses and shops.
King Street, the main street going perpendicular to the waterfront, is soo nice, especially at night.
I adored the waterfront, with its blue and white buldings, the tiny promenade and the boats.



E che dire di questo battello che non può che ricordare il Mississippi e una certa atmosfera da vecchio Sud?

I loved this South-style boat!



Lungo la King Street ci sono decine di negozietti stupendi, con dettagli come questo: no, dico.. una casa in miniatura sulla parete della casa!! Questa ancora non l'avevo vista..

And along the KIng Street you can see nice details like these..


O dettagli meravigliosamente coastal come queste barre di rinforzo della facciata, a forma di stelle marine.



Vicino al fiume, poi, le strade erano allagate, per le forti piogge di quei giorni, ma nessuno degli autoctoni pareva badarci neppure.

There was a flooding, due to the rain, but almost nobody seemed to care about that.
Maybe they're used to it.



E non mancavano ovviamente accenni a Halloween, che ho imparato essere importante quasi quanto Natale e durare un mese intero.
Quello a destra nel collage era un negozio, The Christmas Attic, che ho scovato sulla cartina che ci hanno dato in albergo e che ho voluto visitare.

There was a nice Christmas decor shop, too, The Christmas Attic which is really full of lots and lots of deco and hangings.
Halloween outside


Una casa vecchia a due piani piena zeppa di ninnoli, decorazioni, qualunque cosa si possa desiderare per Natale.
Le foto sono venute male per via del buio e ne ho potute usare poche, ma davvero era carinissimo e potete visitare il sito al link sopra.

And lots of Christmas ideas inside.. I loved it!




Per chi se lo chiedeva, ho visitato anche vari negozi e visto cose stupende.. e ve le mostrerò a fine tour in post dedicati. 
Le cose sono moltissime e cercherò di creare un percorso senza annoiarvi!
Ora mi metto al lavoro per preparare il prossimo post,
a presto!

I visited also shops and saw awesome things, but I'm going to show them in some dedicated posts at the end of this tour..so many things, oh my!!
Hugs


5 commenti: