4 ottobre 2012

Questa è la storia...

Questa è la storia di un granchietto nato quasi per caso.
Questa estate, mentre ero al mare, mi scervellavo pensando che volevo fare un granchio di stoffa. 
Primo: perché è un simbolo marino/estivo ( e io li amo: vedi pesci, polpo, cavallucci marini),
 secondo: perché è anche il mio segno zodiacale.
Ma come spesso capita, non avevo in mente come farlo.
Ed ecco che mi è venuto in soccorso un fortuito caso.


[Se avessi voluto fare di testa mia avrei cercato con Google qualche immagine ( clipart) di granchi per trovare un'ispirazione per il disegno ( essendo io incapace di disegnare!).
A questo proposito, a chi mi scrive e chiede di fornire loro schemi, disegni, non posso che ricordare che Google è fonte inesauribile di schemi free, di idee, foto, immagini per ispirarsi.. bisogna perderci tempo e cercare ma è la stessa cosa che faccio io, che non sono nata imparata, esattamente come voi :-)  ]


Invece, gli stessi amici ospiti a cui ho regalato la volpe, a fine vacanza hanno dimenticato qui un granchio-spugna davvero adorabile ( che avevo già notato durante le pulizie della stanza).
Un segno del destino!
Prima di rispedirglielo me lo sono studiato e l'ho scopiazzato per fare il mio granchietto :-))
Peccato che non mi sono ricordata di fargli una foto, mi spiace.

Ecco una versione in lino, la seconda che ho fatto..

This is the story of a tiny crab, born by chance.
This summer, I was thinking of a fabric crab I wanted to make, but I had no pattern in mind.
I wanted to search via Google and draw something, but chance came and helped me.
The same couple of guest friends I made the fox for, forgot here a crab-shaped sponge.
I had already noticed it during the cleaning and I really liked it.
So, before shipping it back to them, I studied it and made a pattern from it.
Here are two prototypes, one in linen and one with sponge cloth ( too stiff, I think)


e una in spugna: questa è quella che mi convince meno perché la spugna dà un'eccessiva rigidità al tutto. Io invece volevo che avesse le zampette mosce e "mobili" come l'originale, e, anche se quando è appeso alla parete non si nota, quello in lino è più mobile.
Si tratta di un prototipo, ancora da perfezionare, però mi fa tenerezza e mi piace. Entrambi i granchi sono nel mio bagnetto, quello interno alla nostra camera e che posso usare solo io per ragioni di altezza.

They're both in my personal bathroom, the en-suite one, which is too low-ceilinged  for my tall fiancè :-)




Qui sotto intravedete un mobiletto sotto lavabo che ho recuperato ad Agosto e di cui spiegherò meglio prossimamente.
Baci!

Next time I'm going to show you the cabin you see under my basin.
Bye!








34 commenti: