14 settembre 2012

Nido dei Venti: altri dettagli e storie di recupero

La mia stanza preferita oggi, mentre la preparavo per ospiti in arrivo, si è vestita di autunno con la nuova trapuntina che ho acquistato qualche settimana fa. Perfetta per colori e genere, mi piace tantissimo.

My favourite room today has been transformed by the new quilt I bought some weeks ago. It's not handmade, but I really like it.




E quindi, con questo tempo da lupi ( e purtroppo molti danni sia qui nelle Marche che in Abruzzo..), mi consolo accendendo le luci e fotografando angolini per voi.
Per raccontare meglio come sono nati alcuni pezzi:
per esempio i due comodini. 
Volevo qualcosa di minimal, di molto rustico, che ben si sposasse con la testiera e con la "rudezza" dello stile coastal più moderno e spoglio, quello fatto solo di legno rovinato e poco altro.
Vittorio, il mio compagno tuttofare e dalla grande sensibilità per il recupero, ha creato questi due tavolini.
Ha segato pezzi di due porte malconcissime, ancora della casa originale e ne ha fatto le gambe. Poi ha preso due pezzi avanzati dal top di legno Ikea della nostra cucina.
I pezzi erano rimasti sotto le intemperie per un anno, vicino alla catasta di mattoni che ancora abbiamo dalla ristrutturazione. E così si sono rovinati in modo perfetto..e sono diventati i due ripiani.
Io ho sbiancato leggermente le gambe e ho incerato tutto quanto. Ora la superficie dei ripiani è liscissima.

Here the weather is awful and I took some pics with lights on. I adore rooms with lights on.. at least when lights are nice and there are many.
I want to show you the bedside tables that were made by Vittorio, my fiancè. He reused two very old and shabby doors and created the legs. Then he used two pieces left from our Ikea kitchen countertop: they were left outside for one year and got really "old". Perfect as a top..I bleached the legs and waxed everything. I wanted a really minimal, coastal style.




Un altro colpo di genio di Vittorio sono state le lampade che pendono sui comodini.
Tempo fa avevamo preso due spot usati al mercatino: avete presente i faretti di metallo lunghi, da discoteca? beh avevamo deciso che sarebbero diventati lampade ma non era ancora chiaro come.
Lui li ha tagliati, tenendo solo la parte superiore e li ha elettrificati. Ha fatto le trecce di corda ( dovete sapere che adora fare le trecce di corda.. ) per appenderle e io ho approvato in pieno.
Abbiamo dipinto a spruzzo le nuove lampade e io le ho sporcate di azzurro ( se non sporco i colori tinta unita io muoio!!)
Devo ancora mettere una finitura all'acqua per evitare che si scrosti ( rimane delicato, non avendo trattato la base) ..mi spiace che non abbiamo fatto una foto del prima dei faretti..

Another great idea he had was to create these two lamps from old disco spots. He cut them and kept the upper part only. We then painted them white and light blue and he created the rope braid and electrified them.
I adore the effect when they're on.





E sempre su questo filone del molto grezzo e molto rovinato, ecco un altro recupero: un asse di legno trovato sulla spiaggia, bello scrostato..Vittorio mi ha segato via la parte superiore per renderla a cono e io l'ho dipinto a mo' di faro.
Lo abbiamo appeso in bagno ( che vi farò vedere la prossima volta)

Another re-use was a lighthouse I created by using a scraped driftwood. 




In camera invece ho messo un quadretto fatto con legnetti di mare: una lisca di pesce. In rete se ne vedono varie e mi hanno ispirato parecchio. Questa è la mia versione personale di questo classico: con la testa di stoffa e una cornice Ikea. :-)

And I made a fishbone with other driftwood..an idea that I often see in the net and like so much.
This is my own version, with a polka dot fabric head and an Ikea frame.



Bene, la prossima volta chiudiamo la carrellata con il bagno :-)
Un baciotto e buon weekend

Next time I'm going to show you the bathroom.


36 commenti: