19 giugno 2011

Come salvare un' alzata orfana della cupola di vetro

Quando il caldo fuori impazza e le giornate regalano sole intenso... può capitare, la sera, di avere voglia di creare un'atmosfera diversa, ovattata, leggera e in penombra.. qualcosa che regali sensazioni di frescura ma anche di calore domestico..
e così, ispirata dallo splendido blog di Biancamargherita, dalle sue creazioni piene di poesia, ho realizzato anche io una cupola in rete da conigliera.
Ricordate la cupola di vetro che avevo rotto, di cui ho raccontato in questo post?
Beh, l'alzata è rimasta inscatolata fino a pochi giorni fa, quando ho visto la cupola di Donata e ho avuto il flash!
Niente a che vedere con la sua, la mia è venuta stortina, ma la adoro lo stesso.
Una volta finita, sembrava chiamasse a gran voce un uccellino di stoffa che le facesse compagnia.. e allora è nata una colomba di cotone ingiallito dal tempo..
un paio di stampini per dolci acquistati lo scorso inverno in Norvegia..
due tealights a le magia nasce.. proprio con poco..
( badando a non lasciare il tutto incustodito, data la vicinanza di fuoco e stoffa..)
Quando la magia nasce con poco è sempre la più bella. 
E mi dà maggiore soddisfazione che comprare complementi d'arredo in negozi super chic..io, perdonate, ma la penso così!

When the summer leaves us breathless with heat and sun, sometimes we wait for the evening to come.
And an inspiration, from wonderful Biancamargherita's blog,
hit me. 
I broke a glass cover and talked about it here
The stand was in a box until I saw her nice chicken-wire cover and decided I had to make one !
It's less nice and rounded that hers, but I love it.
I made an old cotton dove, too.
I put two tealights in two old norvegian candy molds and here is pure light.. the magic of imperfection and junk..









Il tavolino, danneggiato durante il trasloco.
Oltre ai due punti visibili, c'è un punto in cui il colore è venuto via, insieme al nastro adesivo di carta che teneva chiuso il cassetto, in modo davvero troppo perfetto, con un segno rettangolare orrendo. 
L'ho coperto con qualche striscia di lino sfilacciato e ho messo anche due fiocchetti ai lati, per dare un effetto voluto :-))

My painted tiny table was damaged during relocation. Paper band, put to keep the drawer closed, removed paint in a too perfect way. I left a few signs, but covered the bigger one with simple raw linen stripes. I'm happy now!



Un bacio

25 commenti: