22 gennaio 2013

Un mondo di stoffa e colori

Non è da me lasciar passare così tanto tempo dall'ultimo post, ma ho un ottimo motivo. Prima di tutto non prevedevo di postare molto, per altri impegni, ma contavo di farlo almeno prima del weekend scorso. Peccato che da venerdì fino a ieri sera la connessione internet abbia fatto i capricci, andando a singhiozzo, pensiamo causa neve ( abbiamo la connessione tramite antenna).
 Si connetteva e disconnetteva nel giro di pochi secondi, non permettendo di caricare nulla..una cosa da mandare al manicomio :-))
Ma ora l'hanno sistemata e posso di nuovo connettermi col mondo. 
Nel frattempo, anche se sono assente ( anzi, spesso proprio per quello) continuo a produrre, a creare, a progettare. 
Ho in cantiere progetti elettrizzanti e questo contribuisce a darmi un senso di positività e voglia di fare.

Tra le cose che abbiamo fatto ultimamente c'è un restyling del nostro ingresso e della scala..ve le mostrerò più avanti.
Ma questi lavori mi hanno dato la scusa per creare un quadretto nuovo.
Lo sapete: amo i quadretti 3D, naif, senza vetro.
E, sfruttando una cornice sbiancata avanzata dalla casa precedente, ne ho creato uno.

Hallo, my dears!
I had some problem with the internet connection, due to snow, but here we are again!
In the meantime I go on thinking and designing, dreaming and living.
I have some nice projects and I feel again positive.
My fiancè and I made some works in our entrance and on the stairs, and I'm going to show them soon.






Toni burrosi e carichi di avorio per la cornice ( la rifacessi ora non la farei così ma è ovvio, no??), che si sposa perfettamente con la panca e il vecchio mobile che abbiamo in ingresso.
Non avevo altro che la cornice. 
Ho creato il retro con un pezzo di cartone di riciclo e l'ho rivestito con la cotonina natural a pois.

I had an excuse to create a brand new frame for our entrance. 
I used an old ivory frame I had in the previous house and that had no back anymore.
I used some recycled cardboard and put polka dot fabric on it.





Una nuvola "fluffosa" fatta con un po' di ovatta sintetica, quella che uso per imbottire le mie creazioni, un albero molto naif, con il solito effetto schizzo a matita.
E poi alcuni gessi.
Presi ancora un anno fa alla fiera di Vicenza.
Li compro sempre da Il Giardino di Molly.
Sono già forati e, in teoria, si possono dipingere. Ma mi piacciono così, semplicemente bianchi.
Il mio compagno me li ha fissati con le graffette, ma purtroppo avevamo solo queste con la capocchia dorata..mmm non mi esaltano, come potete immaginare ma per ora va bene così.

I made a fluffy cloud with some stuffing material.
Then I added some chalks I always buy at the Vicenza fair.
These are from the Il Giardino di Molly, an italian shop.



Un coniglietto, una staccionata, un cuoricino ( questi li uso spesso).
Il cuoricino è diventato un palloncino che il coniglio porta tra le zampe.

A tiny rabbit, a heart and a picket fence.
The heart has become a balloon in the rabbit's paws.


Naif puro: nessuna proporzione rispettata, solo il desiderio di tornare piccoli e sognare un mondo di stoffa e colori.

Pure and simple naive style: no respect for proportions, nothing more than wanting to return to childhood and dream of  a world full of fabrics and colours.



A presto!

27 commenti: