10 ottobre 2011

La poesia del recupero

L'autunno è arrivato, troppo bruscamente, come sempre negli ultimi tempi. Il caldo di inizio mese era davvero fuori dal normale. Sbagliato per la natura.. ma io me lo sono goduto fino all'ultimo. 
E negli ultimissimi giorni di bel tempo io e il mio compagno abbiamo fatto un paio di lavori per l'esterno. 
Il portoncino del b&b è vicino a un angolo della casa, un angolo che era decisamente vuoto per i miei gusti.
Prima abbiamo appeso questa meravigliosa lampada da esterno, arrugginita e presa al solito mercatino dell'usato.
Con una piccola modifica e un vasetto ikea è diventata un porta edera.. vasetto e piantina ci stanno al millimetro e annaffiarla non è affatto semplice ma sarà una soluzione temporanea.. vedremo la prossima primavera!

Autumn is here, finally.
Too much hot until now, it was this way all over Europe. Weird, yet so nice. I enjoyed every second of it. And the latest work we did was a corner just outside the b&b entrance.
We bought this old, rusty outdoor lamp and used it as place for an ivy pot. 



Ma sopratutto.. in una giornata è nata lei, la panca di recupero che mi piace immensamente. Zero spesa.
Abbiamo usato una porta vecchia ( che era verde come la persiana che vedete qui sopra, appoggiata al muro) e pezzi dei vecchi travi ( tarlatissimi ma ormai duri come roccia).
Tutto recuperato proprio da casa nostra. 

Tanti cuscini infilati in vecchie federe della nonna, un vecchio libro, "Cime tempestose", un quilt fatto a mano.. e diventa un romantico angolo relax.


Then, we built this vintage, shabby bench, using an old door and pieces of old beams from this house.
Some pillows with old linen, an old novel " Wuthering Heights" and some water in a vintage wire for bottles.. all gives this romantic atmosphere.


Acqua per dissetarsi, con un portabottiglie vintage che dona poesia e unicità




E dopo la poesia, la parte tecnica.
 Ho sbiancato tutto molto leggermente.
Ho prima lavato e scartavetrato la porta, eliminando solo la pittura sollevata e raggrinzita.
Ho passato lo smalto all'acqua panna in questo modo. 
Una pennellata e subito una passata di carta cucina. 
Strofinando, l'eccesso viene via e resta solo il colore che è già penetrato nel legno.

And after poetry, a technical explanation.
I washed and sanded this green door, without eliminating all the paint.
I then painted it white, but after every stroke I rubbed it with a cloth. I removed the excess of paint and left only the one already inside the wood grain.







In questo modo si ottiene un effetto biaccato che ricorda molto i mobili sbiancati con la cera bianca, di cui ho già parlato qui.


An effect resembling that of white wax, whose technique I wrote here.



Si vede ancora il residuo di pittura verde che aveva prima.. e mi piace moltissimo che abbia conservato la patina che solo il tempo sa dare veramente.

E da qui.. un'altra prospettiva della magia che ci circonda..

You can still see the green paint underneath, a really vintage result.
And in the pics below you can see a different perspective of our landscape from this new-old bench.




30 commenti: